Lillo & Greg mattatori all’Olimpico. Gagmen non tradisce le attese

Lillo & Greg mattatori all’Olimpico. Gagmen non tradisce le attese

Con la prima del 18 dicembre si apre il periodo di festività natalizie da trascorrere in compagnia di un inossidabile duo comico e del suo ultimo esilarante show. Fino al 6 gennaio 2019 al teatro Olimpico si può infatti assistere a “Gagmen, i fantastici sketch” di e con Lillo & Greg con la coregia di Claudio Piccolotto. Risate senza pause tra storici cavalli di battaglia e nuove varianti per uno spettacolo che si vorrebbe non finisse mai.

Come spesso accade quando ci si diverte vorremmo che il tempo si fermasse. O almeno che rallentasse un po’ la propria corsa infinita affinchè le cose che ci fanno star bene terminino il più tardi possibile. L’ultima tappa teatrale per il 2018 di Lillo & Greg crea una situazione che risponde pienamente a questo identikit. “Gagmen, i fantastici sketch” sul palco del teatro Olimpico di Roma dal 18 dicembre al 6 gennaio 2019 non tradisce infatti le attese del pubblico e conferma, semmai ve ne fosse bisogno, l’irresistibile bravura della storica coppia comica costituita da Claudio Gregori, in arte Greg, e Pasquale Petrolo, Lillo.

Un divertente collage di momenti e storie, battute e personaggi che hanno saputo conquistare i fan sin dagli anni novanta, quando il fortunato sodalizio nacque. La travolgente parodia della nota trasmissione “Chi l’ha visto?”, ovvero la rubrica cult “Che, l’hai visto?”, è uno dei punti più alti della serata. La storia dell’improbabile scomparso Alibraci, narrata dal padre tanto affranto quanto inintellegibile, fa letteralmente piangere. Dalle risate. E poi gli sketch dei supereroi interpretati assieme alla simpatica e brava squadra di attori Vania Della Bidia, Attilio Di Giovanni e Marco Fiorini. Dal celebre duo NormalMan-Amnesy ai “nuovi” Uomo Elastico-Bradipo.

Senza dimenticare altre scene spassose: audizioni e prove teatrali dai risvolti grotteschi, appuntamenti amorosi con terzo incomodo e parentesi musicali inserite perfettamente nel contesto comico. Non mancano le interazioni con il pubblico: come all’inizio dello show, quando i due protagonisti vogliono presentarsi con una canzone dedicata a chi, eventualmente, non sappia distinguere Lillo da Greg. Gli spettatori, a ben vedere, si sentono coinvolti soprattutto dalla familiarità con cui dimostrano di avvicinarsi emotivamente alla coppia di mattatori sul palco. Amici, ormai, più che celebrità.

 

About Marco Bombagi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*