Archivi dell'autore: Leonardo Masucci

Dopo rischioso viaggio tra i fori romani, vidi la luce. Era l’ACEA

Nella Roma dei fori, quelli causa piogge dove le macchine non rompono solo le sospensioni, ma scompaiono risucchiate, alle nove arrivo al gran palazzo dell’ ACEA per  un frazionamento delle utenze acqua e elettricità.  Ci sono quattro addetti per le informazioni (e sottolineo per informazioni).  Faccia scazzata dell’ informatrice, fastidiosa in questa Italia non grassa di lavoro. Buongiorno devo frazionare le ... Continua a leggere »

Addio Bufalotta maltrattata

bufalotta

Addio monti sorgenti dall’acque… E se Lucia  fosse dovuta andare via dalla Bufalotta (come a giorni farò io), quella fuori, quella allo sprofondo, la contea a sé stante, quella dove la sera in inverno c’è la nebbia e fa più freddo rispetto alle strade attigue, come sarebbe stato l’ Addio ai monti? Addio gialla e grigia parrocchia, chiesa dalle forme e ... Continua a leggere »

Linkedin, infojobs e altri siti con strane offerte

linkedin logo

La ricerca del  lavoro è un lavoro e, come molti lavori di oggi, è gratis, nera o non dà futuro! Iscrizione a Linkedin,  laureato in giurisprudenza, con esperienza nel campo della formazione. Secondo la Linkedinlogica, Rocco Giocattoli sta cercando candidati come me; bizzarro che il mondo di Mattone mattacchione e Barbie fashion mi cerchi (per formare Barbie?). Ruolo: responsabile contabilità generale. ... Continua a leggere »

Cazzeggio festivo a piazza Navona

Che delusione piazza Navona in stile il Natale che vorrei, ma non posso! Nostalgia romana per piazza “Navorta”. Quasi  si rimpiange la babele abusiva di bancarelle, che quest’anno per protesta contro le regole del Campidoglio non hanno ritirato le licenze; in loro memoria ce ne sono circa tre del tiro a segno da fiera paesana: cinquanta punti, capitalizzati in diversi colpi e tra ... Continua a leggere »

Il problema di Roma…è il traffico

traffico

Se i lavori bloccano il traffico, noi romani sappiamo che la soluzione è far lavorare gli operai solo in estate e possibilmente di notte, praticamente un ghetto temporale per non rallentare sul bolide. Ci sono le manifestazioni e siamo consapevoli che la cosa migliore sia l’abolizione della democrazia, perché a Roma riteniamo esserci più manifestazioni che semafori. Ci sono gli ... Continua a leggere »

Immagini del nubifragio a Santa Marinella

Quelle che si vedono di seguito sono le terribili immagini del nubifragio che si è abbattuto su Santa Marinella nei giorni scorsi, fornite da Alessia Di Carlo. Sembra di vedere corsi d’ acqua da sempre esistenti o cascate, ma non è così: sono strade sterrate, venute giù con l’enorme quantità di pioggia. E come al solito, si passa alla quantificazione ... Continua a leggere »

Gli agenti immobiliari romani? Veri creativi

Distinguibili dal loro abbigliamento in giacca, cravatta, camicia con le iniziali e rolex, tailleur scuro per le donne (altrimenti colorato rientra nella categoria professoressa), gli agenti immobiliari, che in gruppo rischiano di essere confusi per necrofori, propongono sempre l’ occasione della vostra vita, quella che non bisogna farsi sfuggire, rischio infelicità eterna. E’ con queste promesse e anatemi che ho ... Continua a leggere »

Allerta manganelli a Roma

E riecco i manganelli a Roma. La volta scorsa non si sono risparmiati i lavoratori, colpevoli di NON avere proposto un assalto alla stazione Termini, come documentato dalle telecamere di “Gazebo”, in cui l’ordine caricate è arrivato a sorpresa,  perché la polizia è stata sorpresa da un corteo pacifico, che stava assumendo i toni minacciosi di una sagra della polenta. ... Continua a leggere »

Pubblica Amministrazione e la sindrome di Asterix e Obelix. Storie di vita vissuta

dati riforme

Ovvero  “l’amministratore ai tempi del com’era”. Guardando solo la pagliuzza dei burocrati fuori dall’Italia. Attraverso l’avventura dell’iscrizione in III fascia del personale ATA, ho potuto verificare come nella piena generazione web, con desideri, seppur abortiti,  di semplificare tutto, tutto sia molto difficile. Parlerò solo della fase iniziale, poichè sufficiente per il ricovero alla neurodeliri. Procedura di accreditamento presso il sito ... Continua a leggere »

La mafia buona

tomba placido rizzotto

C’ era una volta, nel 1948, a Corleone, un pastore di tredici anni, di nome Giuseppe Letizia.  Il tredicenne, portando al pascolo le sue pecore, si trovò a passare proprio nel luogo dove il sindacalista Placido Rizzotto veniva ammazzato dal mafioso Luciano Liggio. Il giorno dopo, il giovane fu trovato dal padre in preda a deliri febbrili e portato all’ ... Continua a leggere »