UNA MAIL PER L’ON.LE AVVOCATO BONGIORNO

UNA MAIL PER L'ON.LE AVVOCATO BONGIORNO
(31.3.09) Trascriviamo la mail che abbiamo inviato oggi all'on.le Bongiorno, e per conoscenza all'on.le Fini e al Presidente delle Camere penali Dominioni.  "Cara on.le Bongiorno, le critiche ai parlamentari che continuano a esercitare la professione di avvocato fatte dal Presidente Dominioni fanno tornare d'attualità la lettera aperta che poco tempo fa le avevamo indirizzato da questa rivista e che lei può trovare a questo indirizzo. Lettera in cui le chiedevamo se non pensa che magistrati e avvocati si sentano a disagio ad avere di fronte a sé, a difendere un privato cittadino, un avvocato che è anche il Presidente della Commissione Giustizia della Camera; e se lei stessa non si senta a disagio quando torna a Roma da Perugia – non certo, vogliamo sperare, con macchina di servizio e scorta – pensando che pur svolgendo un secondo lavoro continua a godere integralmente delle sue ricche prebende di parlamentare. Situazione in cui se venisse sorpreso uno di quei fannulloni additati al pubblico ludibrio dal suo compagno di schieramento Brunetta (quello che dice che i professori dovrebbero vergognarsi di non fare i tornitori) rischierebbe il licenziamento. Ci auguriamo che lei per un minimo di correttezza si decida, se non vuole scegliere tra l'una e l'altra professione, quanto meno ad autoridursi lo stipendio di parlamentare. Ma pensiamo che il Presidente Fini, che per le sue coraggiose e civili prese di posizione noi orfani di una sinistra ormai evanescente siamo indotti sempre più, forse suo malgrado, ad apprezzare, dovrebbe intervenire per far cessare questi confitti di interesse che danneggiano irrimediabilmente l'immagine dell'istituzione da lui presieduta. Cordiali saluti, Giancarlo Fornari"

About Contrappunti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*