Scienza infusa e confusa

(25 ottobre 2012)  di

Ora che che persino le commissioni scientifiche sono sputtanate, non sappiamo davvero più a che santo votarci….
Devo ammetterlo: trattandosi di argomento apparentemente distante dalla contaminazione partitica, all’inizio mi ero lasciato infinocchiare anch’io, dal coro unanime della stampa “ufficiale” specialmente televisiva. E mi sono trovato d’accordo con chi, come anche il matematico Odiffredi che come vedete in colonna laterale è una delle fonti privilegiate del vostro blogger, leggeva la vicenda della condanna della Commissione Grandi Rischi per le incaute rassicurazioni agli aquilani alla vigilia del grande sisma del 2009 come una vittoria dell’oscurantismo sulla scienza, da oggi in poi perciò paralizzata nella sua funzione sociale. Non fa una piega, lo dice anche un’altra mia fonte (Leonardo): se sono di fronte a una questione scientificamente non risolta, comunque io mi pronunci posso aver torto, e se avercelo mi espone alla condanna penale la prossima volta mi sto direttamente zitto. Mentre magari ciarlatani e allarmisti parlano senza timore, aggiungerei. Stavolta sono stati i terremoti, domani i cellulari, dopodomani chissà. Sennonché l’ormai inveterato vizio di spulciare il web alla fine ti fa andare l’occhio su cosette, magari documenti ufficiali citati persino dalla stampa ufficiale ma senza il dovuto accento e senza nessuna sia pur minima eco in tv, come il testo delle telefonate da cui si desume che in pratica Bertolaso usava la predetta Commissione per farle dire quello che faceva comodo a lui, e questo sia prima del sisma che dopo, a vittime calde. Avete capito bene: approfittando proprio del fatto che coi terremoti la scienza non può dire cose incontrovertibili, l’ineffabile responsabile della Protezione Civile la utilizzava a mo’ di una sorta di “portavoce qualificati”, spendendone la credibilità. E’ incredibile, lo so, ma frasi come “… vogliamo tranquillizzare la gente. E invece di parlare io e te … facciamo parlare i massimi scienziati nel campo della sismologia” dello stesso Bertolaso al telefono con l’assessore competente, o come “il nostro è un atteggiamento estremamente collaborativo. Facciamo un comunicato stampa che prima sottoponiamo alla tua attenzione” del sismologo Boschi,  non lasciano spazio ad interpretazioni: i membri della Commissione se meritano la condanna penale lo dirà la magistratura alla fine dei gradi di giudizio, ma che meritano il più ampio discredito presso la comunità scientifica (il danno alla scienza lo hanno fatto loro, non chi li condanna) e la società tutta è libero convincimento che può essere raggiunto da ciascuno di noi. Perciò, per cortesia, non scomodiamo Galileo: questo non è che un impiccio all’italiana come troppi altri…
… Ad esempio, voi lo avevate capito che il PD comunque vada alla fine si alleerà con Casini, con Monti premier o meno a sto punto cambia poco? Si scusate, capirlo in fondo lo capirebbe anche un bambino, ma a sentire i telegiornali e tutta sta caciara delle primarie e Di Pietro e Vendola eccetera che sembra che invece ci sia un dibattito e ogni sbocco sia possibile, potevate immaginare che volendo ne avevate sotto il naso la prova provata? E’ tutto lì, scritto nero su bianco nella Carta d’Intenti, sul sito del PD (è scritta in politichese, per capirne di più meglio i commenti di Lameduck e di Vittorio Bonanni), ecco perché può capitare di preferire di contraddirsi e simpatizzare per Grillo (specie quando scrive cose totalmente condivisibili come questa) piuttosto che votare il “partito bestemmia”. Siamo a un bivio, e il PD ha già deciso, teatrini a parte, quale strada imboccare, la stessa degli orfani del ducetto di Arcore, peraltro, ammesso che si sia ritirato davvero. Io credo, molto semplicemente, che si debba stare sull’altra. Anche li potrebbe essere necessario stare attenti alle compagnie, s’intende: anche per questo bisogna andare a vedere chi c’è al Nomontiday, a Roma in piazza della Repubblica sabato 27 ottobre alle 14e30. Ma questi tecnicihanno già dimostrato, un anno è più che abbastanza, che la loro presunta scienza è al servizio di una cattiva politica. Come quelli della Grandi Rischi, e anche qui si annuncia un terremoto….
                                                     di  

About Redazione

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*