PER NON DIMENTICARE CHE NON C’ERA SOLO MASTROGIACOMO

PER NON DIMENTICARE CHE NON C'ERA SOLO MASTROGIACOMO
La mobilitazione per i rapiti dai talebani non può cessare con la liberazione del giornalista Mastrogiacomo: non dovrebbe succedere la replica del dopo via Fani, quando tutti si commovevano per la sorte di Moro dimenticando i quattro poliziotti massacrati dagli eroi della rivoluzione. E' quindi doveroso,  dopo l'appello per Mastrogiacomo, sottoscrivere quello per la liberazione di Rahmatullah Hanefi, il responsabile dell'ospedale di Emergency in mano ai servizi segreti afghani, e dell'interprete che era stato rapito con il giornalista e della cui sorte non si è riusciti a sapere ancora nulla.

About Contrappunti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*