Marco Ferrari e gli sguardi in mostra

Marco Ferrari e gli sguardi in mostra

Marco Ferrari è un artista che dimostra attraverso le sue tele di saper arrivare alla gente senza snobismi artistici o esercizi di stile autoreferenziali.  I volti da lui rappresentati sono realistici, dai tratti puliti, sono immagini fortemente espressive e si rivolgono a chi guarda. La particolarità dell’ artista è proprio questa: far sentire protagonista chi si trova dall’altra parte della tela, farlo diventare il bersaglio di sentimenti  forti, quasi violenti, che dai tratti dei volti colpiscono i nostri occhi. E così sembra che il volto di Anna Magnani rida con chi guarda, se non di chi guarda; oppure che Sofia Loren, scomparendo tra le braccia di Totò, ci conceda una presuntuosa bellezza, così come un bambino ci lanci dagli occhi una tristezza che non riesce più a contenere. In apparenza ad essere rappresentati sono  volti umani, ma bastano pochi secondi per far sbiadire l’immagine fisica e trovarsi in una dinamica di penetrazioni emotive: dal quadro a noi per tornare al quadro che più intensamente riempie  il visitatore.

La sensazione che si ha guardando le opere di Ferrari è quella di fare una piacevole abbuffata di emozioni: di assaggiarle, gustarle e di non riuscire a staccarsi da quella presente.
Il 28 maggio a Roma presso il Circolo La Traccia in via Tor de  Schiavi 222 alle 19,30, sarà l’occasione per farsi colpire dagli sguardi in mostra!

About Redazione

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*