L’AGENZIA DELLE ENTRATE SI RIMANGIA LA TASSAZIONE DEI PREMI DI MATURITA’. MA SPERIAMO VADA AVANTI NE

L'AGENZIA DELLE ENTRATE SI RIMANGIA LA TASSAZIONE DEI PREMI DI MATURITA'. MA SPERIAMO VADA AVANTI NEI CONTROLLI SUI RICICLATORI
(29.10.09) Saggia retromarcia dell'Agenzia delle entrate sulla decisione (che ha fatto saltare sulla sedia il ministro Tremonti) di tassare come reddito i premi dei ragazzi che hanno riportato 100 agli esami di maturità. Non c'era bisogno certo di una grande sensibilità politica per capire quanto fosse inopportuna una decisione così truce e impopolare. Speriamo invece che l'Agenzia non faccia retromarcia nell'impegno contro l'evasione internazionale localizzata oltre confine (ma anche, non poco, in San Marino). Certamente non ci è piaciuta, come non ci piacciono tutte le sanatorie, la riedizione dello scudo fiscale. Ma ci fa piacere che serva almeno a riportare indietro un po' di soldi da quella Centrale di ricettazione dotata di sovranità internazionale che è la Svizzera. I ririclatori di soldi sporchi, indignati per i blitz dell'Agenzia e della Finanza nelle filiali italiane delle loro banche, hanno convocato il nostro ambasciatore – che è la massima espressione di risentimento tra Stati prima di passare alla rottura dei rapporti diplomatici e poi alla dichiarazione di guerra. Speriamo che non decidano di assalire il Ministero dell'Economia con le vezzose Guardie di stanza in Vaticano.

About Redazione

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*