L’ importanza di essere stato Giancarlo Fornari
unat.it

L’ importanza di essere stato Giancarlo Fornari

di Enrico Masucci

 

giancarlo fornari

fiscooggi.it

Ciao Giancarlo, oggi sono esattamente quattro anni che non possiamo sentirci o parlarci né vederci ed io vorrei dare voce a tutti coloro che come me ti sono stati amici e con cui hai dibattuto le idee che erano alla base della tua filosofia di vita.

 

Il pericolo in questi casi è quello di cadere nella retorica, ma non con te,  tu sei stato una fucina di evoluzioni del pensiero e non solo dal punto di vista della fiscalità. Con il tuo modo di essere e di fare con semplicità hai offerto agli italiani una migliore qualità di vita; esponevi le tue idee così quasi per caso magari durante una cena, una di quelle tante che abbiamo fatto e da cui sono uscite iniziative come i Centri di Assistenza Fiscale o magari una cosa tanto semplice da realizzare ma che nessuno aveva, prima di te, pensato alla sua attuazione:  “lo statuto del contribuente” .

Nel sociale hai combattuto per quello che dovrebbe essere un diritto naturale di ogni individuo: il diritto a scegliere in piena autonomia quando accomiatarsi da questo mondo (io non la chiamo eutanasia o peggio suicidio, ma libera autodeterminazione) per questo hai dato iniziativa a “libera uscita” che ancora oggi prosegue nel portare avanti la tua battaglia di democrazia.

Anche questa rivista, a cui affido queste parole in tua memoria, è una tua creatura e gli amici hanno voluto che fossi io nel proseguire, nella tua continuità, a trasmettere  il tuo messaggio di dignità e libertà dell’individuo.
Grazie GIANCARLO per quello che hai fatto per noi tutti, amici, conoscenti e sconosciuti

Giancarlo Fornari è stato direttore centrale, responsabile del settore comunicazioni  del Ministero delle Finanze e fondatore anche della rivista Fiscooggi, docente universitario, autore di libri sia in campo politico che nella materia da lui insegnata, ma soprattutto è stato un uomo coerente.

About Redazione

Un commento

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*