Il gatto nel bidet: quando il disordine porta un nuovo ordine

Il gatto nel bidet: quando il disordine porta un nuovo ordine

Il Teatro Tor di Nona è un grazioso spazio di cultura alle spalle di Piazza Navona dove, dal 31 al 5 febbraio, potrete assistere a Il gatto nel bidet, divertente noir a tinte comiche, atto unico di Spinozzi e Calanna.

Seppur dal titolo strampalato, la piéce, vincitrice nella sezione Miglior Spettacolo nell’ambito del Festival di Drammaturgia Italiana “Schegge d’autore 2015”,  presenta una storia che regge e appassiona e viene portato avanti tra colpi di scena e battute condite di sano umorismo.

In una casa come tante, scandita dalla routine, dalla stanchezza della vita quotidiana e dalle insoddisfazioni e nevrosi di ciascuno, abita una coppia di coniugi avvocati. Se Domenica è ansiosa e divide il suo poco tempo tra il foro e impegni materni, Piergiorgio è un insoddisfatto avvocato in cerca di affermazione, schiacciato dal peso della carriera della moglie.

Quando a Piergiorgio capiterà sottomano l’improvvisa occasione per emergere non ci penserà due volte a fare sua quell’opportunità. Preso dalla smania di affermarsi, accetterà quindi un caso dalle tinte forti, con implicazioni nel crimine organizzato d’alto livello, che potrebbe mettere tutti seriamente in pericolo.

Come se non bastasse, in questa famiglia, a complicare le cose, ecco che spunta un gatto nel bidet…

il-gatto-nel-bidet

Questo atto unico, scritto da Gioacchino Spinozzi e Sara Calanna, vede in scena, oltre alla stessa Calanna, anche Tiziano Floreani, Alessandro Eramo e Armando Puccio mentre a Daniele Toma viene affidato il ruolo di tecnico audio/luci.

A colpi di risate, la storia scorre veloce, ambientata in un’unica scenografia d’interni che non annoia mai perché l’azione scenica, sin dalle prime battute, si rivela movimentata, ricca di continue sorprese e coupe de théâtre.

Domenica e Piergiorgio sono una coppia come tante e le loro dinamiche fanno ridere proprio perché il pubblico si identifica e prende le parti dell’uno e dell’altra mentre, nella loro vita, accade l’inimmaginabile.

Questa coppia ordinaria reggerà agli urti dello straordinario accadimento? I cliché che contraddistinguono maschile e femminile sono utilizzati dagli autori in modo intelligente per caratterizzare i personaggi ma anche per far emergere l’eterno conflitto dei sessi, stimolando, tra le righe, una disincantata riflessione sugli stereotipi che differenziano i generi e creano conflitti nei rapporti: logorroica Domenica, approssimativo Piergiorgio; ansiosa lei, poco incline a considerare le conseguenze delle proprie azioni lui; distratta e sbadata la moglie, in cerca di affermazione e di nuove avventure il marito.

Nella caotica mescolanza di questi differenti caratteri, due sono le cose: ritrovare il gatto nel bidet può portare l’assoluto scompiglio oppure un nuovo, imprevisto, ordine… Scopritelo a teatro!

About Barbara Carmignola

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*