I SENZA VERGOGNA. MAGGIORAZIONE DEGLI INTERESSI, HA BALLATO UNA SOLA ESTATE

I SENZA VERGOGNA. MAGGIORAZIONE DEGLI INTERESSI SUI RIMBORSI, HA BALLATO UNA SOLA ESTATE
(20.3.09) Ci sono contribuenti particolarmente sfortunati che attendono inutilmente da più di dieci anni che ci si decida a rimborsare i loro crediti. Non potendo (o forse meglio “non volendo”) onorare il debito maturato nei loro confronti, in un soprassalto di dignità lo Stato aveva pensato di risarcirli almeno in parte prevedendo, dal 1° gennaio 2008, la capitalizzazione degli interessi: decorsi più di dieci anni dalla richiesta di rimborso le somme complessivamente spettanti (a titolo di capitale ed interessi) dovevano produrre interessi giornalieri ad un tasso definito ogni anno sulla base della media dei tassi applicati ai buoni del tesoro poliennali a dieci anni. Per il 2008, il tasso annuo era stato fissato al 4,41 per cento. Purtroppo la norma che prevedeva questo modesto beneficio è stata abrogata dal decreto anticrisi (D.L. 185/2009) a decorrere dal 29 gennaio 2009, data di entrata in vigore della legge di conversione. Era a quanto pare una spesa che la Casta, in tempi di crisi, non  si poteva più permettere. 

About Contrappunti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*