I SENZA VERGOGNA. GLI VENDIAMO LE ARMI MA GUAI SE VOGLIONO PREGARE IN CASA NOSTRA

I SENZA VERGOGNA. GLI VENDIAMO LE ARMI MA GUAI SE VOGLIONO PREGARE IN CASA NOSTRA
(30.11.09) Nella votazione di ieri, come ricordano i nostri amici di Marianne, i cittadini svizzeri dovevano esprimersi su diversi referendum, tra cui anche una proposta di moratoria all'esportazione di materiale bellico da parte delle industrie svizzere. Questa richiesta è stata respinta da quasi il 70% dei votanti mentre contemporaneamente veniva approvato, con il 57,5%, il divieto della costruzione di minareti. Due voti che messi insieme la dicono lunga sulla mentalità dei “pacifisti” nostri confinanti. Si racconta che una volta Joyce, in visita a Zurigo, dopo aver sentito decantare fino alla nausea dai suoi accompagnatori la pulizia che regnava nelle strade della città, se ne uscì con questa predizione: “Se in questo paese non seminerete un po' di merda ci nasceranno solo gli orologi a cucù”.  Forse ne hanno seminata troppa.

About Redazione

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*