I SENZA VERGOGNA. BINETTI, SENATRICE PIA E PIANISTA

I SENZA VERGOGNA. BINETTI, SENATRICE PIA E PIANISTA
(4.3.09) Gentile Signora, ci ha molto sorpreso, dobbiamo dirlo, vederla ritratta sul Giornale di ieri impegnata non già nella preghiera, nelle devozioni e nelle altre opere sacre alle quali lei, dopo essersi rassettato il cilicio, suole dedicarsi in tutti i momenti liberi della sua giornata. No, la foto la ritrae mentre è impegnata, durante una votazione al Senato, a premere  con le sue sante dita due pulsanti, il suo e quello di un anonimo collega assente. Qualcuno forse potrebbe considerare negativamente il fatto che una come lei, che ha la pretesa di insegnare la morale ai peccatori, si abbandoni ad atti così squallidi come falsificare la votazione di una legge. Ma le cose vanno viste sotto un'altra dimensione. Come “Mano di Dio” fu quella con cui Maradona segnò uno storico goal agli odiati inglesi, così “Dito di Dio” è quello con cui lei combatte in Parlamento la santa crociata contro gli odiati laicisti all'insegna dei veri valori della fede. Del resto è noto che le vie del Signore sono infinite e che il fine giustifica i mezzi, come diceva San Tommaso. O forse Santa Chiara?  O forse Benedetto XVI? Insomma, qualche santo lo ha sicuramente detto. 

About Contrappunti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*