DOPO LA TRAMVATA DEL LODO MONDADORI, QUELLA DEL LODO ALFANO, POVERO PAPI, E ADESSO COME CI METTIAMO?

DOPO LA TRAMVATA DEL LODO MONDADORI, QUELLA DEL LODO ALFANO, POVERO PAPI, E ADESSO COME CI METTIAMO?
(7.10.09) Dopo la condanna a pagare i 750 milioni, che lo ha colpito nel portafogli, la bocciatura del Lodo Alfano, che lo ha colpito al cuore. Colpito e affondato. Che dire, che ci sono dei giudici a Roma?  Che la giustizia è cieca ma ogni tanto c'indovina? Che il diavolo fa le pentole ma non i coperchi? Che Iddio non paga il sabato ma il mercoledì a volte sì?  Meglio non dire niente e brindare. Alla tempesta perfetta che sta cominciando ad abbattersi sull'uomo di Arcore, di Villa Certosa, di Palazzo Grazioli, di Casoria. Cento di questi giorni, Papi.

About Redazione

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*