DOMANDE SENZA RISPOSTA- MOGGI E MALVANO

DOMANDE SENZA RISPOSTA – MOGGI E MALVANO

A Napoli viene rubata la Mercedes del figlio di
Luciano Moggi. Dalle intercettazioni dei carabinieri: “Luciano Moggi
chiama il questore Malvano (candidato oggi a sindaco di Napoli per la CdL, n.d.r.). Gli chiede la cortesia di lasciare una
volante tutta la sera sotto casa. Malvano dice che lo farà”.
“Alessandro Moggi chiama la moglie. Dice di aver parlato con la Digos
di Napoli per dirgli di fare la ronda nelle loro vicinanze per 3/4
giorni.” “L.Moggi chiama Malvano. Malvano dice di non preoccuparsi
perché ha già mandato una macchina con il lampeggiante acceso”.Tre
domande: i cittadini pagano le tasse per permettere alla polizia di
mobilitarsi per intimidire i ladri dopo il furto dell’auto del figlio
di Moggi o per accompagnare
le sue segretarie a fare la spesa? Il Ministro dell’Interno dell’epoca
(dicembre 2004) potrebbe provare a
spiegare come mai le scorte che erano state negate, nonostante le sue
disperate richieste, al povero Marco Biagi si trovavano sempre per
Moggi, amici parenti e conoscenti? E il Ministro dell’interno di oggi
potrebbe annunciare quali misure intende prendere nei confronti di
questori e funzionari della polizia di Stato che si mettevano così servilmente a disposizione
del grande Manipolatore?

About Contrappunti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*