Disoccupazione ed opera lirica unite dall’emozione del teatro
La Notte della Tosca, al teatro Manzoni fino al 16 aprile

Disoccupazione ed opera lirica unite dall’emozione del teatro

La notte della Tosca di Roberta Skerl, con la regia di Silvio Giordani, è al teatro Manzoni fino al 16 aprile. Uno spettacolo sul tema attualissimo del precariato e della perdita del lavoro, utilizzando l’inusuale chiave di lettura costituita dalle note commoventi della musica classica e dalle voci struggenti dei grandi interpreti.

 

La notte della Tosca, al teatro Manzoni fino al 16 aprile

Un momento de La notte della Tosca, al teatro Manzoni fino al 16 aprile

 

Il dramma moderno dei licenziamenti trova epico megafono nell’opera. Uno sposalizio riuscito che dona una prospettiva inedita ed evocativa alle tragedie attuali dell’economia, dal precariato alla disoccupazione, grazie alla bellezza immortale dei componimenti lirici unita al talento degli attori. Questi, infatti, riescono a regalare ai propri personaggi l’eroismo dei grandi classici del passato.

La Tosca è tra le passioni culturali di Oscar Battaglia, interpretato da Pietro Longhi, nomen omen di un anziano lungodegente in una casa di cura in procinto d’essere chiusa per far posto ad un albergo di lusso. Assieme a lui verranno liquidate senza troppi convenevoli le ultime infermiere della struttura, sopravvissute ad anni di tagli al budget e abbandono doloso della struttura da parte di dirigenti senza scrupoli.

Le tre donne, le bravissime attrici Annachiara Mantovani, Alida Sacoor e Gabriella Silvestri, che mostreranno una forza d’animo inaspettata anche ai propri occhi, hanno diverse età ma comune destino: quello di resistere tra mille peripezie al disagio sociale nell’incubo di un futuro senza reddito per mandare avanti famiglie con figli, grandi o in arrivo, e mariti, quelli ancora presenti, a carico.

Da un franco scambio di vedute tra l’anziano, depresso e rassegnato da tempo alla fine, e le licenziate in tronco disperate, nascerà qualcosa di radicale. Un atto di ribellione estrema ed esaltante accompagnato dalle arie meravigliose dei celebri autori. Così, quello che fino a pochi secondi prima era un vecchio odioso e arreso riscopre il proprio passato di lotte sindacali per la dignità del lavoro e rinasce per aiutare le donne a cui trasmette la voglia di non arrendersi.

La Notte della Tosca pone l’accento sulla straordinarietà delle storie quotidiane, sui drammi di ogni giorno di fronte ai quali le persone mostrano lati di sé sorprendenti. Persone assolutamente comuni trascinate dalle vicissitudini della vita ad affrontare le difficoltà con un coraggio che si vede solo in certi libri. O a Teatro.

About Marco Bombagi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*