Dell’amore dell’arte…

Dell’amore dell’arte…

Al Chiostro del Bramante una mostra tutta da amare!

Inaugurata lo scorso 29 settembre, rimarrà aperta al pubblico fino al prossimo 19 febbraio al Chiostro del Bramante la mostra LOVE.  L’arte contemporanea incontra l’amore.

L’amore, tema e protagonista dell’esposizione, diviene il centro nevralgico e punto di contatto tra i tanti artisti contemporanei internazionali ospiti di questo appuntamento: da Francesco Clemente a Tom Wesselmann, da Andy  Warhol a Gilbert & George e poi ancora Yayoi  Kusama, Robert Indiana,  Tracey  Emin, Francesco Vezzoli, Marc Quinn e Joana Vasconcelos. Un incontro di sensibilità artistiche diversissime tra loro eppure unite dal comune intento di rappresentare e rendere tangibile uno dei sentimenti più difficili da raccontare.04_andy-warhol_marilyn

Anche se spesso tema abusato, l’amore rimane del resto il grande mistero che capita nella vita, quel momento di perdita di contatto con la realtà forse e di improvvisa perdita del controllo che fa di una simile emozione la più attesa e insieme la più temuta. Così ad esempio la forza strutturale del LOVE e AMOR di Robert Indiana risponde alla tenerezza del Kiss di Marc Quinn. Dalla One Multicoloured Marilyn in negativo di Warhol alla sensuale Smoker di Tom Wesselmann, Metalepsy o Forward di Gilbert & George, fino alla stanza dell’Infinito All the Eternal Love I Have for the Pumpkins della giapponese Yayoi Kusama, tutto inebria con una sensazione particolare di benessere. Come inondati da un vento delicato e dolcissimo, ci si lascia attraversare dall’eco amorosa in un’esperienza molto suggestiva, sensoriale e partecipata.

06_gilbert-george_metalepsy

Se come afferma il curatore della mostra Danilo Eccher “L’arte è una dichiarazione d’amore. Anche  quando  indossa  la  maschera severa  e  barbara  di  una  spietata  sperimentazione  non  riesce  a  trattenere  il  brivido  sotterraneo dell’emozione[…] Raccontare  l’amore  non  è  dunque  un  compito dell’arte, è la sua essenza stessa, la sua natura, il suo scopo, il suo ultimo pensiero”, appare palese quanto questa mostra abbia abbracciato la peculiarità dell’arte e l’abbia sollevata fino alla potenzialità massima forse, in un percorso espositivo che parla, racconta, esprime e fa vivere l’amore. Lo stesso incontro con le particolari audioguide che accompagnano nei corridoi, da Amy a David, da John a Coco e Lilly diventano costruzione istantanea e personale nel percorso di scoperta dell’amore artistico.

LOVE.  L’arte contemporanea incontra l’amore è sì una mostra, ma ancor di più un momento per assaporare la bellezza dell’arte in dialogo con una delle più inspiegabili, coinvolgenti e dirompenti passioni umane.

02_yayoi-kusama_pumpkins

 

About Elisa Suplina

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*