COSE IN CUI CREDERE. E’ ARRIVATO IL NO B-DAY

COSE IN CUI CREDERE. E' ARRIVATO IL NO B-DAY
(5.12.09) Non importa se ci saranno o no Bersani, Bindi, Franceschini, Vendola, Moretti, Melandri (ci sarà Verini, assicurano i giornali, "con la benedizione di Veltroni", che nella sua cappella privata lo ha piattonato sull'armatura mentre era inginocchiato e gli ha detto "VA' IN MIO NOME". O gran bontà dei cavalieri antiqui). Non importa se saranno 400.000, come diranno gli organizzatori, o 200.000, come dirà la Questura, o 100.000, come dirà "Il Giornale", o 50.000, come dirà "Libero", o 10.000, come dirà il loffio Poeta-di-Corte Bondi, o 1000, come dirà il Cameriere anzi no il Servitore anzi no il Lacché di Berlusconi Gasparri, o 100 come dirà il Chierichetto-di-Berlusconi, già chierichetto-di-Pannella Quagliarello (o forse Quagliarella o Quagliarone, insomma ci siamo capiti). Non importa oggi a piazza San Giovanni a dire no a Berlusconi quanti saranno. Anzi, quanti saremo. Saremo in tanti.

About Redazione

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*