COSE DA NON CREDERE, SIAMO MESSI PEGGIO SE NON C’E’ DROGA A PALAZZO

COSE DA NON CREDERE, SIAMO MESSI PEGGIO SE NON C'E' DROGA A PALAZZO
(7.11.09) L'ultima novità della casta è il moltiplicarsi degli autoinviti a sottoporsi ai test antidroga, test del tutto inutili perché aggirabili facilmente con un po' di astinenza e la sera stessa si può ricominciare con le strisce, ma chi vogliono prendere in giro? Non a caso il primo a dare l'annuncio che si sottoporrà al test è stato Alemanno, l'uomo in cerca di pubblicità perenne, quello che ama l'apparire e non l'essere. Ma dal nostro punto di vista, se questi nostri governanti (a tutti i livelli nazionale, regionali, locali) risultassero dal primo all'ultimo totalmente immacolati, e magari un test che oggi non esiste dimostrasse che non hanno mai fumato neanche uno spinello in vita loro, quasi quasi la cosa ci dispiacerebbe. Perché dimostrerebbe che il loro modo catastrofico di governarci non deriva dalla circostanza che quando hanno approvato quel certo provvedimento erano fatti fino agli occhi, ma proprio dal fatto che loro sono così, non sanno governare diversamente. E svanisce anche quella  piccola speranza, che potevamo avere, che una volta passato l'effetto della coca potessero amministrare un po' meglio questo disgraziato paese.

About Redazione

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*