COSE DA NON CREDERE. LE PROFEZIE DI DE GREGORI

COSE DA NON CREDERE. LE PROFEZIE DI DE GREGORI
(9.5.08) Dopo aver perso le elezioni per aver malamente inseguito la destra sul tema della sicurezza anzichè capovolgerne la logica, ci suonò in testa quella strofa de La storia (1985) che faceva "e poi ci dicono tutti sono uguali tutti rubano alla stessa maniera, ma è solo un modo per convincerci a restare chiusi dentro casa quando viene la sera". Ma il nesso era ancora sottile. Dopo aver visto la squadra di governo e soprattutto il neoministro della Giustizia, ripensare a quella strofa di Bambini venite parvulos (1989) che faceva "legalizzare la mafia sarà la regola del duemila, sarà il carisma di Mastrolindo a organizzare la fila" ci ha definitivamente convinto: Francesco De Gregori è un profeta. Purtroppo.

About Contrappunti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*