COSE DA NON CREDERE. IL VESCOVO INCHIODA I VERI ASSASSINI, ALTRO CHE I RIS

COSE DA NON CREDERE. IL VESCOVO INCHIODA I VERI ASSASSINI, ALTRO CHE I RIS
(10.4.08) Straordinario scoop del vescovo Paciello ai funerali dei due fratellini trovati morti nella  cisterna di un casolare abbandonato nei pressi di Gravina. Responsabili del terribile fatto, ha rivelato il monsignore nella sua omelia, non sono il padre, come credevano i magistrati, né i padroni del casolare che lo hanno abbandonato senza recinzioni, né le autorità locali che avrebbero dovuto evitare che i bambini lo utilizzassero per i loro giochi, né le forze dell'ordine che durante le ricerche hanno scartato superficialmente la possibilità che i bambini fossero nella cisterna. Niente di tutto ciò, ha assicurato il vescovo. "Ciò che è avvenuto il 5 giugno 2006 e tutti gli altri episodi di cronaca che hanno riempito giornali e trasmissioni in questi anni sono avvenuti per darci un insegnamento. Devono farci capire – ha detto – in quale baratro si trova il mondo oggi, quanto siamo caduti in basso, non i gravinesi ma la società italiana, la cultura laicista che azzera i valori essenziali della natura umana e legalizza il disvalore della vita e della famiglia, la totale disattenzione ai bambini come soggetti di diritto di nascere e di scegliere". E ti pareva, i responsabili della morte dei due fratellini alla fin fine siamo noi, i laicisti. Ecco uno che ha capito tutto. Siamo qua, preparate i roghi.

About Contrappunti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*