COSE DA NON CREDERE, BUFALE VOLANTI

COSE DA NON CREDERE, BUFALE VOLANTI
Strana notizia dal Belgio su una ragazza che avrebbe ucciso la rivale sabotando il suo paracadute. Le due donne si erano lanciate insieme a due compagni con i quali avevano svolto una serie di figure in caduta libera ma poi la vittima, mentre gli altri tre aprivano regolarmente, non era riuscita ad attivare né il primo paracadute né la riserva. Secondo il Corriere il sabotaggio sarebbe avvenuto durante la caduta libera – cosa ridicola solo da pensare – e le telecamere montate sul casco dei compagni avrebbero mostrato i tentativi disperati di aprire i paracadute manomessi. Ma un paracadutista in caduta libera scende di quasi 50 metri al secondo e il compagno che ha aperto non potrà mai inquadrarlo con la sua camera. Addirittura il Giornale ha raccontato che i tentativi di aprire i due paracadute sarebbero mostrati dalle riprese della telecamera “montata sul casco della vittima”, cosa possibile solo se la poveretta avesse avuto davanti a sé uno specchio. Complimenti alla nostra stampa, quanto a controinformazione riesce a riscattare perfino le perizie sui sospetti degli attentati di Unabomber.

About Contrappunti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*