Capitan Findus è gay
Fonte: wikipedia

Capitan Findus è gay

 Gli spot raccontano la nostra società e cosa potrebbero raccontare in un futuro lontano? Saremo una società futura oppure obsoleta, gettata nel futuro?

Vi racconto una storia di tanto tempo fa,  in effetti un anno nemmeno, ma sembrano passate mediaticamente ere geologiche. C’era una volta Guido Barilla, che non fu proprio una pasta d’uomo, quando affermava “non faremo pubblicità con gli omosessuali”, attirando una campagna di boicottaggio con l’hashtag #boicottabarilla.

 

E su Facebook i concorrenti hanno sfrigolato slogan gay friendly. C’era Buitoni che a casa aveva posto per tutti e c’era Misura a cui tutte le famiglie piacevano proprio perché diverse e c’erano tanti altri che avevano scoperto una predilezione per le famiglie non tradizionali, specialmente quelle gay. Miracoli del mercato alimentare, dei veri assalti in padella!

Insomma, l’ufficio marketing Barilla è riuscito a sfornare un’ottima pubblicità social per i concorrenti. Dall’8 giugno scorso la Findus trasmette uno spot televisivo, in cui un figlio gay fa coming out, dopo aver invitato la mamma a cena.

Tra veloci esitazioni, tempo di una cottura al microonde, le dichiara che Gianni non è solo il suo coinquilino, ma anche il suo compagno. La mamma, donna di altri tempi, ma di tempi futuri, accarezzando la mano del figlio, dichiara di averlo capito. Lei è più tranquilla di un monaco tibetano, anzi, nella normalità dell’annuncio, la sua attenzione è tutta sul piatto di pasta che ha davanti, tanto che lo spettatore potrebbe percepire, come vero coming out, la bravura di Gianni a cucinare.

 

Capitan Findus seppellisce con soli 4 salti in padella la vecchia famiglia Mulino Bianco, che la mattina si ritrovava al completo, mamma, papà, figlio, figlia, nonno compreso, a fare colazione, felice di isolarsi, in un mulino sperduto in un invalicabile campo di grano e che non poteva non farci chiedere, guardandola, chi la mattina si svegliava e trovava la propria famiglia intorno ad un tavolo con ebeti sorrisi, mentre si ingozzava di zuccheri e grassi vari.

 

Pubblicità, specchio della società, nonché furba utilizzatrice delle tematiche sociali! Sarebbe interessante uno spot, sicuramente lontano nel tempo, dove una coppia omosessuale si sposa in chiesa, davanti ad un prete sorridente e benedicente,  aiutato a celebrare il matrimonio dalla propria moglie e un discendente Barilla che rievoca, durante il banchetto, il proprio antenato Guido che non “faceva” pasta per omosessuali ed invece in quel pranzo di nozze, il nuovo Barilla inforchetta e festeggia con i neo mariti o le neo mogli.

Stesa è la sfoglia, l’alga va via, dite la vostra, che ho fritto la mia!

Leonardo Masucci

About Leonardo Masucci

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*