Benvenuti nel Circolo del Nulla

Benvenuti nel Circolo del Nulla

Ritratto del radical chic romano in ‘Addio, Monti’ di Michele Masneri

 

di Simone Luciani

addio monti“Avete scommesso sulla rovina di questo paese, e avete vinto”. Lo dice Carla Bernaschi, uno degli agghiaccianti personaggi de Il capitale umano di Paolo Virzì, parlando con il marito, spregiudicato immobiliarista e investitore finanziario della provincia brianzola. Lo sa bene Michele Masneri, giornalista del Foglio, che esordisce nella narrativa con Addio, Monti, pubblicato dalla sempre vivace (e viva, in barba ad alcune improbabili voci circolate sul web qualche settimana addietro) Minimum Fax. Ove Monti, a scanso di equivoci, non è l’ex premier, ma uno dei quartieri romani dalla storia più lunga e affascinante. Storia bellamente ignorata dall’altrettanto agghiacciante categoria di personaggi che l’autore disegna: quello strano circolo di giornalisti, intellettuali, scrittori, organizzatori di eventi, comunicatori di nonsisabenecosa, immobiliaristi di nuova generazione (lontani dalla casareccia rozzezza di un Aldo Fabrizi in C’eravamo tanto amati, eppure non meno lontani e di certo molto più antipatici). Un nulla umano che mette le sue radici radical chic nel quartiere più ‘in’ della capitale, come se lasciarsi avvolgere dal suo spessore storico riempisse il vuoto intellettuale e culturale degli squallidi salotti in cui le cose che contano sono l’involucro e le relazioni. O al Pigneto, ex baraccopoli pasoliniana divenuta tappa obbligata per vacue tribù che non si negano mai a vicenda un’ospitata televisiva, la recensione di un libro o l’organizzazione di una mostra fotografica. Perché il Pasolini-etichetta (non i suoi libri, e nemmeno le sue riflessioni) assolve da ogni peccato. Masneri tratteggia la galleria di mostri con amaro sarcasmo. La rinuncia a un plot e la messa in scena attraverso verbosi dialoghi fra due personaggi ne fa più un pamphlet di critica sociale che un vero e proprio romanzo. E tuttavia, le macerie umane che descrive non sono meno sconcertanti. Michelangelo Antonioni aveva preconizzato l’implosione della classe borghese. Sbagliò. Esplodeva ed esplode tutto intorno. A loro basta cambiare pelle.

 

Addio, Monti

Autore: Michele Masneri

Editore: Minimum Fax

Anno: 2014

Genere: romanzo

Pagine: 176

Prezzo: 14,00 euro

Codice EAN: 9788875215439

About Simone Luciani

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*