Bari, una meta da scoprire  e gustare
Basilica di San Nicola (fonte: tripadvisor.it)

Bari, una meta da scoprire e gustare

di Beppe Di Maggio

Bari può essere considerata una città atipica dal punto di vista turistico : infatti pur essendo ricca di fascino e storia , non è tuttavia meta turistica per l’italiano medio, che magari preferisce sostarvi per pochissimo tempo giusto come tappa  “obbligata” per raggiungere il Salento o altre località. Tuttavia Bari è  un luogo di culto  per gli ortodossi, essendo infatti San Nicola vescovo di Mira e  patrono del capoluogo barese venerato non solo dai cristiani, ma anche da fedeli di religione ortodossa (russi e greci in particolare). Le mete religiose presenti sono essenzialmente tre: in primis la chiesa russa dove i fedeli possono sia pregare davanti all’effigie del santo sia assistere ai riti ortodossi; la Basilica di San Nicola dove anche i cattolici possono pregare e visitare la cripta dove sono conservate le ossa del santo; infine la Cattedrale.

A Bari convivono due anime: la città vecchia (dove appunto sono collocate la Basilica e la Cattedrale) e quella murattiana costruita sotto il regno di Gioacchino Murat. Nella parte vecchia sono apprezzate dai turisti, oltrechè dai baresi ,Piazza del Ferrarese sia per la vicinanza al mare sia per la presenza di locali trendy e giovanili, e Piazza Mercantile ricca di sapori antichi ed odori di una tradizione culinaria che si trasmette di generazione in generazione.
Piatti tipici della tradizione barese ormai divenuti celebri anche al di fuori della città sono la tipica “tiella”, un primo che abbina il riso ai sapori della terra  e del mare, gli “strascinati” ovvero orecchiette fatte in casa con cime di rape o broccoli oppure con braciole al sugo, ed infine fave e cicorie arricchite dall’ottimo olio extravergine d’oliva proveniente dai frantoi baresi e accompagnate dalle cipolle rosse.  Notevole  è il panorama che si gode passeggiando sul lungomare, tra i più incantevoli d’ Italia, dove ancora resiste la tradizione dei pescatori, disponendo, Bari, di un mare ricco  di pesci e di molluschi vari.

About Redazione

Un commento

  1. Leggendo l’articolo mi viene in mente l’interrogazione di geografia alle medie, dove si doveva esporre una città a scelta.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*